Iveco: oltre 1600 veicoli all’Iraq

Iveco e il Ministero dell’Elettricità iracheno hanno firmato un accordo per la
fornitura di 1660 veicoli in tre anni.
L’operazione, il cui valore totale ammonta a 125 milioni di euro, prevede la
fornitura di veicoli della gamma leggera e media Iveco (Daily furgonati e
con doppia cabina e Eurocargo) in varie configurazioni di prodotto da 3,5
sino a 18 tonnellate. Gran parte dei veicoli sarà appositamente allestita con
gru e cestelli aerei e utilizzata per la manutenzione delle linee elettriche del
Paese.
La firma è avvenuta presso il Ministero dell’Elettricità iracheno, a Baghdad,
alla presenza dell’Ambasciatore d’Italia in Iraq, Massimo Marotti.
L’operazione rientra nell’ambizioso piano che Iveco ha messo in atto per la
sua espansione nei mercati dell’Africa e del Medio Oriente, con l’obiettivo di
incrementare volumi e quote di mercato e diventare uno dei principali
protagonisti nel settore dei veicoli industriali in questi Paesi entro il 2014.
L’area Africa e Medio Oriente è un’importante territorio di sviluppo
commerciale per Iveco che ha rafforzato e continuerà a rafforzare la propria
presenza in questi mercati, incrementando in modo significativo la rete
distributiva, commerciale e assistenziale.
L’offerta dell’azienda in Africa e Medio Oriente copre tutti i segmenti di
prodotto, dai leggeri ai medi fino ai veicoli pesanti, con veicoli riprogettati e
adattati al contesto delle esigenze locali per fornire le migliori prestazioni,
anche in condizioni climatiche e stradali talvolta estreme.

Usando questo sito si accetta l'utilizzo dei cookie anche di terze parti. Se vuoi saperne di più leggi l'informativa estesa privacy e cookies. Continuando la navigazione ne accetti l'utilizzo. leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi