Ragazzo vuole bere un caffè di persona con ciascuno dei suoi 1.100 amici su Facebook

Nonostante secondo qualcuno in Facebook bisognerebbe avere come amici solo chi si conosce realmente “di persona”, sono le persone che hanno amici su Facebook che non hanno mai incontrato nel “mondo reale”. Leggi »

Artista crea complesse opere di luce utilizzando semplici pezzi di vetro

L’artista britannico Chris Wood crea opere molto particolari usando due strumenti molto semplici: la luce e dei pezzi di vetro. Le sue opere sono infatti composte da piccoli rettangoli di vetro colorato, Leggi »

Un mappamondo gigante, fatto di fiammiferi

Lo scultore Andy Yoder ha impiegato gli ultimi due anni per costruire un mappamondo gigante fatto con fiammiferi colorati a mano: in tutto questo tempo ha colorato uno ad uno migliaia di Leggi »

La collina rosa di Hokkaido

La collina del parco di Higashimokoto, nella cittadina di Takinoue, nell’isola di Hokkaido in Giappone è uno spettacolo decisamente insolito. Ricoperta di un tappeto di Phlox subulata, una piccola pianta sempreverde che Leggi »

Costruiscono la casa dei sogni, ma sul terreno sbagliato:

Tutto si sarebbero aspettati Mark Voss e sua moglie tranne di finire dentro un incubo legale come quello in cui si sono impantanati. I due hanno coronato il sogno di costruire la Leggi »

 

Ragazzo vuole bere un caffè di persona con ciascuno dei suoi 1.100 amici su Facebook

850x669x26203023-Matt-Kulesza-e-un-amico-850x669_jpg_pagespeed_ic_d1xmy9Ldt5z941n3AIpP

Nonostante secondo qualcuno in Facebook bisognerebbe avere come amici solo chi si conosce realmente “di persona”, sono le persone che hanno amici su Facebook che non hanno mai incontrato nel “mondo reale”.
Matt Kulesza è uno di questi, arrivando a “collezionare” quasi 1.100 amici. Ed ha deciso di rompere la barriera tra virtuale e reale, decidendo di voler bere un caffè di persona con ciascuno dei suoi amici virtuali, “per vedere chi sono veramente queste persone e conoscerli un po’”.

Artista crea complesse opere di luce utilizzando semplici pezzi di vetro

vetro

L’artista britannico Chris Wood crea opere molto particolari usando due strumenti molto semplici: la luce e dei pezzi di vetro. Le sue opere sono infatti composte da piccoli rettangoli di vetro colorato, che riflettono e cambiano il colore alla luce che li colpisce.
L’idea è venuta a Wood per i suoi studi di design all’Università, dove ha imparato l’importanza della luce nell’arredamento e da lì ha deciso di approfondire il tema, anche con una specializzazione sul vetro fatta al Royal College of Art.

Un mappamondo gigante, fatto di fiammiferi

un-particolare-500x750

Lo scultore Andy Yoder ha impiegato gli ultimi due anni per costruire un mappamondo gigante fatto con fiammiferi colorati a mano: in tutto questo tempo ha colorato uno ad uno migliaia di fiammiferi, mettendoli poi assieme per creare la sua opera.

La collina rosa di Hokkaido

la-collina-rosa-di-hokkaido-1-500x333

La collina del parco di Higashimokoto, nella cittadina di Takinoue, nell’isola di Hokkaido in Giappone è uno spettacolo decisamente insolito. Ricoperta di un tappeto di Phlox subulata, una piccola pianta sempreverde che fiorisce da maggio a metà giugno, offrendo un colpo d’occhio che non lascia indifferenti.

Costruiscono la casa dei sogni, ma sul terreno sbagliato:

casa

Tutto si sarebbero aspettati Mark Voss e sua moglie tranne di finire dentro un incubo legale come quello in cui si sono impantanati. I due hanno coronato il sogno di costruire la casa dei loro desideri, ma per sbaglio è stata edificata su un terreno che non è di loro proprietà, ed ora è nata la prevedibile contesa con il reale proprietario del terreno.

A tavola con il cane: ristorante serve clienti a due e quattro zampe

cane

Anche se sempre più ristoranti consentono agli avventori di portare i loro cani, non ci sono molti posti che propongono sia menu per umani che per cani: ne ha finalmente creato uno la trentenne Giannina Gonzalez, nelle Fillippine.

Imprenditore trasforma tubi industriali di cemento… in un albergo

laspetto-è-decisamente-spartano-500x278

Non sono pochi quelli che quando si mettono in viaggio desiderano un alloggio che costi il meno possibile. Un albergatore cinese ha voluto andare incontro in modo estremo a questa richiesta, creando una serie di stanze riutilizzando dei grossi tubi di cemento ad uso industriale.

Ritratti fatti da fori sulla tela

portrait-of-pictures-iii-2013

Le opere dell’artista norvegese Anne-Karin Furunes possono sembrare normali fotografie, ma sono in realtà ritratti realizzati facendo a mano migliaia di fori sulla tela, con una tecnica che ricorda quella dei mezzitoni molto usata specie nelle foto sui quotidiani fino a qualche anno fa.

Il gatto più arrabbiato del web

gatto2

Se “Grumpy Cat” è forse il gatto più famoso del web, c’è un contendente un po’ meno famoso ma con le carte in regola per guadagnare una popolarità almeno pari: si tratta di Garfi, soprannominato “Angry Cat” (“gatto arrabbiato”) per la sua espressione apparentemente perennemente accigliata.

Marciapiedi con corsie dedicate a chi guarda lo smartphone anziché la strada

MARCIAPIEDI

Distrarsi dalla strada e mettersi a giocare con il telefono è pericoloso non solo quando si è alla guida, ma anche quando si è dei semplici pedoni. Il problema non è marginale, se si considera che il numero di incidenti legati all’uso di smartphone da parte dei pedoni è addirittura superiore a quello degli incidenti dovuti all’uso del telefono alla guida.